Come gestire i metatags Open Graph in DNN

Come gestire i metatags Open Graph in DNN
Ti sara' sicuramente capitato di dover condividere sui social una pagina del tuo sito e non ottenere il risultato desiderato.

Capita che il titolo del post non sia quello che vuoi, oppure il testo non risulti completamente leggibile o, cosa piu' frequente, che l’immagine che il social seleziona non è quella che desideri o addirittura non riconosce alcuna immagine, costringendoti a dover intervenire manualmente sul post a apportare le modifiche per renderlo efficacie.

Se poi la pagina viene condivisa da un utente tutto questo non viene sicuramente fatto in quanto quando si condivide un contenuto di altri non si presta molta attenzione al risultato finale del post, con conseguente perdita di efficacia della condivisione.

Questo nei siti DNN è dovuto al fatto che non vi è la gestione dei metatags Open Graph all’interno delle pagine, e quindi il social nel quale condividere la pagina cerca di ricostruire autonomamente quelli che secondo lui potrebbero essere i valori da assegnare ai metatags.

Per venire incontro a questa esigenza è disponibile sullo store di DNN un modulo gratuito che consente, inserendolo in ogni pagina del nostro sito, di personalizzare i metatags opengraph.

Il modulo è realizzato dalla van der Waal Webdesign, società olandese che da anni realizza moduli per DNN, e si chiama “OpenGraph”. Questo il link per il download:
http://store.dnnsoftware.com/home/product-details/opengraph

Con questo modulo puoi personalizzare i metatags utili ai social di ogni pagina del tuo sito.

Andiamo a vedere a cosa servono questi metatags e perché sono cosi importanti.

I principali metatags da tenere in considerazione sono:
  • og:title: E’ il titolo o il nome della pagina. Se non specificato viene considerato il titolo della pagina. Diventerà il titolo del vostro post.
  • og:description: E’ la descrizione breve della pagina. Se non specificata viene considerate il metatags DESCRIPTION della pagina. Diventerà la descrizione del vostro post.
  • og:image: E’ l’immagine che viene visualizzata nel post. L’immagine deve essere di almeno 200x200 pixels e diventerà l’immagine raffigurata nel vostro post (generalmente utilizzo immagine di 600x315 pixel).
  • og:url: E’ l’URL della pagina. Se non specificato viene considerate l’url corrente della pagina e diventerà l’url visualizzato nel link del vostro post.
  • og:type: E’ il tipo di oggetto della pagina;
  • og:locale: E’ la culture name della pagina che se non specificata assume la culture name di default del sito.
E’ evidente che se hai completato correttamente la sezione SEO della tua pagina gran parte di queste informazioni viene acquisita in automatico.

Il primo grosso problema risiede nell’immagine. Se non specificata ogni social usa un suo algoritmo per andare a cercare all’interno della pagina quali potrebbero essere le foto da mostrare nel post, ma non sempre il risultato è quello che ci aspettiamo.

Risulta quindi utile, per ogni pagina, andare a specificare quale immagine visualizzare nei post di condivisione (può anche essere un immagine non visibile nella pagina).

Il secondo motivo per qui è utile andare a specificare dei metatags Open Graph differenti dalle impostazioni SEO della pagina è perché si vuole avere un risultato sulla condivisione della pagina differente da quello impostato per i motori di ricerca (esempio un titolo o una descrizione più breve o efficace sui social).

Ma come vengono interpretati i metatags dai diversi social ?

Il funzionamento è relativamente semplice. Nel momento in cui sul vostro social (per esempio Facebook) condividite il vostro URL della pagina, Facebook accede alla vostra pagina, recupera i metatags e li memorizza nella propria cache (non sul vostro pc ma a livello di server!) in modo da poterli avere a disposizione più rapidamente alla prossima condivisione che viene effettuata anche da altri utenti.

Fatte queste operazioni costruisce il post con le informazioni recuperate e ve lo rende disponibile per la pubblicazione.
Siccome una volta condivisa la pagina, alle successive condivisioni accederà ai dati che ha in cache, vuol dire che una volta che la pagina sia stata condivisa, anche se cambiate le informazioni della vostra pagina non otterrete alcun aggiornamento nelle successive condivisioni.

Per ovviare a questa problematica Facebook mette a disposizione uno strumento di debug (https://developers.facebook.com/tools/debug/sharing/) dal quale è possibile specificando l’url che si vuole esaminare:
  • Visualizzare le informazioni che Facebook ha in cache del vostro url; In pratica come FacebooK vede la vostra pagina.
  • Aggiornare le informazioni presenti nella cache di Facebook con quelle aggiornate.
E viene visualizzata una bozza di come verrebbe il post condividendo l’URL specificato.

Questa procedura è utile anche perché, leggendo dalle best practice di Facebook, “alla prima condivisione dei contenuti il crawler di Facebook estrae e memorizza nella cache i metadati dell'URL condiviso. Prima di poterla mostrare, il crawler deve aver visto un'immagine almeno una volta. Questo significa che il primo utente che condivide un contenuto non ne visualizzerà l'immagine” !

Spero di esserti stato di aiuto e se vuoi conoscere altre funzionalità e moduli di DNN per rendere i tuoi siti altamente professionali e di successo puoi usufruire del servizio di Coaching Call specifico per DNN che sarà attivo da settembre 2017. Per maggiorni informazioni su questo servizio visita la pagina facebook DNN Software Italia.

Grazie per l’attenzione e se questo articolo l’hai ritenuto interessante condividilo !

Claudio Venturoli – DNN Gold Partner
LinkedIn: Claudio Venturoli
^