Il mestiere del Programmatore

Il mestiere del Programmatore
Categorie: Generica, Formazione

Più spesso noto come developer, sviluppatore, ed oggi come web developer, quella del programmatore è una professione che non conosce crisi. In informatica è un lavoratore professionista che si occupa della programmazione, ossia della scrittura di un codice sorgente da far eseguire a un computer utilizzando un determinato linguaggio che questa figura professionale deve conoscere perfettamente.

Un’attività fondamentale, che segue quella di analisi e precede la fase di test del software, solitamente eseguita da altri professionisti. Sulla base delle richieste di aziende e altri professionisti il programmatore realizza un file chiamato eseguibile, che consente al computer di leggerlo e compiere determinate azioni.

Si pensi ai file che fanno partire i giochi oppure a quelli più complessi in grado di guidare operazioni di robotica e di portare alla realizzazione di opere industriali.

Di cosa ha dunque bisogno il bravo programmatore per la realizzazione della sua attività?

  • Conoscenza del linguaggio di programmazione: Java, PHP,ASP , C++ non hanno segreti e sono asserviti alla volontà di chi li conosce per realizzare gli obiettivi prefissati;
  • Un editor, cioè un programma che permette la scrittura di altri programmi software;
  • Software integrativi: debugger, helper, compilatori che aiutano il programmatore nella fase di generazione del codice in modo da dar vita a un file formalmente corretto e utilizzabile nell’immediato.

Dal primo programmatore della storia, Ada Lovelace che definì il primo linguaggio di programmazione (1837 circa), siamo oggi arrivati all’era della programmazione web, che identifica la figura professionale specializzata nella redazione di software con linguaggi specifici per il mondo online (PHP, ASP, ActionScript, Java). Da notare come il programmatore web si occupi solo della realizzazione del codice sorgente del sito web, trascurando design e formattazione che sono invece il compito del web designer, di cui abbiamo già parlato qui.

Un mestiere quindi in continua evoluzione e che non conosce crisi ma come ci si forma? Accanto alla tradizionale formazione universitaria in Informatica va affiancato un periodo pratico lavorando a fianco di addetti al settore, prima come Programmatori Junior e poi come Programmatori Senior. Un passaggio che si realizza sulla base delle competenze acquisite, dell’esperienza e della capacità di aggiornarsi autonomamente sulle ultime tendenze del settore. Un successivo sbocco professionale è dato dalla figura di System Integrator, colui che si occupa di mettere in comunicazione impianti diversi creando una nuova struttura funzionale che risponda alle esigenze dell’azienda.

Per concludere, vi auguriamo di trovare al più presto lavoro in software house, società di servizi, studi di consulenza, centri di ricerca o come liberi professionisti.

^