Un nuovo futuro per DNN

Un nuovo futuro per DNN
Categorie: Generica, Business
Con l’acquisizione estiva di DNN da parte di ESW Capital e con la nomina di Andy Tryba come nuovo CEO di DNN Corporation, da San Mateo arrivano molti segnali positivi che fanno ben sperare per il futuro di DNN, dopo anni di incertezze e di rilasci promessi e mai arrivati o arrivati in ritardo.

E’ d’obbligo una piccola presentazione di chi è Andy Tryba.

Andy ha trascorso gli ultimi 15 anni come amministratore delegato di numerose startup di successo, E’ stato Strategy Manager presso Intel Corporation e consulente della Casa Bianca degli Stati Uniti per quanto riguarda i temi legati al futuro del lavoro e del talento ingegneristico. Andy porta in DNN una esperienza e prospettiva di community unica, in quanto CEO e co-fondatore di RideAustin, una società di ridesharing supportata da community senza scopo di lucro che fa parte del movimento Open Data. Inoltre, Andy è CEO di Engine Yard, leader in Ruby-on-Rails Full Stack e DevOps, oltre ad essere il fondatore e CEO di Crossover, uno dei più grandi marketplace di talenti online, che copre oltre 108 paesi.

Dai primi mesi dal suo insediamento abbiamo riscontrato dei cambiamenti molto positivi nei contatti con i partner e nel coinvolgimento della community.
Forte sostenitore dell’open-source, Andy crede fortemente che la community e l'ecosistema che ruota intorno a DNN siano vitali per la crescita del prodotto e che la comunità sia una risorsa assolutamente da abbracciare e sostenere.

Durante il primo webminar Andy ha ribadito fortemente questi concetti, oltre a presentare la sua impostazione dello sviluppo del progetto DNN.

Quello che si può da subito riscontrare è un rinato entusiasmo sulla community e ancor di più direttamente sui canali di comunicazione e social direttamente gestiti da DNN.

Tutto questo supportato da un accelerazione in quelle che sono le attività di implementazione e di refactoring delle funzionalità obsolete, in particolare nelle versioni Evoq.

Che l’impegno personale di Andy sia diretto nel ristabilire un sano rapporto con i membri della comunity lo si evince in un suo punto della situazione del 16 novembre dove dice:
“La forza e la sostenibilità di qualsiasi progetto open source si trova all'interno della comunità che si forma attorno ad esso. DNN non è diverso. E anche se questo può sembrare eccessivamente diretto, la negligenza di DNN Corp verso la comunità ha causato che persone, partner e sostenitori sorprendenti abbiano lasciato a frotte, con la conseguenza che la comunità si è ridotta considerevolmente. Uno sguardo a qualsiasi metrica relativa alla salute di DNN nell'ultimo decennio mostra un consistente declino negativo. Il numero ridotto di ricerche Google per termini relativi a DNN, i fornitori che lasciano l'ecosistema, meno estensioni open source disponibili, i gruppi di utenti non come contributi sono solo alcuni esempi di queste metriche non salutari.”

Questa impegno nel risanare una situazione che per molti era diventata insostenibile, ha fatto sì che persone che si erano distaccate da DNN prendendo altre strade sono ritornate con entusiasmo, primo tra tutti Clint Patterson e poi a ruota Shaun Walker, il creatore di DNN!

E prosegue con fatti concreti:
“Abbiamo compiuto i primi passi attraverso il nostro dialogo aperto nei meetup della comunità dal primo giorno. Tutte le 66 richieste provenienti della community (alcune richieste sono rimaste parcheggiati per anni) sono state immediatamente prese in carico. E’ stato reso pubblico il nostro strumento di test open source e si è proceduto all'assunzione di un membro chiave della comunità (Clint Patterson) per aumentare la nostra apertura verso la community, introducendo l’abitudine per molti degli ex membri di Core e MVP di fare regolarmente brainstorming. A questo si aggiunge l’unione alla .Net Foundation e all'implementazione dei nostri pacchetti di supporto per la piattaforma open source.”

Infatti è di pochi giorni fa la notizia che DNN si è unita alla .NET Foundation, l'organizzazione indipendente costituita il 31 marzo 2014 da Microsoft per migliorare lo sviluppo e la collaborazione del software open source su .NET Framework. L'obiettivo di .NET Foundation è promuovere lo sviluppo e la collaborazione open source sull'ecosistema .NET e mira a rafforzare il futuro dell'ecosistema .NET promuovendo l'apertura e la partecipazione della comunità. Unirsi a .NET Foundation è un altro passo nella giusta direzione per DNN e a favore della community, in quanto .NET Foundation sostiene le esigenze degli sviluppatori open source, può fornire amministrazione e supporto secondo necessità, offre orientamento e tutoraggio del progetto, assistenza con risorse IT e legali, marketing e comunicazione, supporto finanziario e una lunga lista di servizi di supporto tecnico.

Il punto chiave del cambiamento è nell’aver individuato 4 aree chiave per l’evoluzione del progetto DNN:
  • Strategia tecnologica: per assicurare che la piattaforma tecnologica abbia una tabella di marcia per rimuovere il debito tecnico ed essere all'avanguardia. Il Technology Advisory Group sarà guidato dal creatore originale di DNN, Shaun Walker. Noi di OPSI siamo entusiasti del ritorno di Shaun nella comunità DNN e siamo felicissimi di continuare a collaborare con lui.
  • Strategia per gli sviluppatori: per assicurare che nuovi sviluppatori entrino continuamente nell'ecosistema, siano entusiasti di crescere sulla piattaforma DNN e dispongano di un robusto marketplace per monetizzare le loro app. Il gruppo consultivo degli sviluppatori sarà guidato da Peter Donker.
  • Strategia per l'ecosistema dei partner: per aumentare drasticamente la comunicazione e la quantità di partner - dai rivenditori agli integratori, agli ISV, ai provider di hosting e oltre. Il gruppo consultivo dei partner sarà guidato da David Poindexter.
  • Strategia di visibilità: per aumentare la consapevolezza della piattaforma DNN tra il CMS e l'ecosistema di piattaforme più ampio. Il Awareness Advisory Group sarà guidato da Will Strohl.
Diamo il benvenuto a Shaun, Peter, David e Will e siamo certi, conoscendo personalmente le competenze e il carattere delle persone, che sapranno dare nuova vitalità al progetto DNN.

Siamo molto ottimisti per il 2018 e per gli anni futuri che DNN abbia il successo che merita. La qualità dei prodotti come DNN Evoq e DNN Evoq Engage e già molto alta e crediamo che con il nuovo corso DNN possa tornare ad avere la visibilità e la diffusione che l’hanno contraddistinto negli anni passati.

Da parte nostra l’impegno a supportare DNN per quanto riguarda il mercato italiano viene rafforzato dalle notizie che arrivano da DNN Corporation, al quale affiancheremo nuove iniziative di marketing per promuovere l’uso di DNN in Italia.

Il cambiamento è alle porte e speriamo che vi unirete a noi nel viaggio per plasmare il futuro di DNN.

Claudio Venturoli - Visita il mio profilo LinkedIn
OPSI Srl - DNN Italian Partner
Tag:
^